La miglior cantina vino da incasso: quale scegliere

La cantina vino da incasso è uno strumento davvero molto importante per riuscire a fare in modo che si mantengano intatte le qualità organolettiche di questa bevanda. Le cantinette per vini da incasso sono progettate specialmente per un uso domestico, anche se esistono dei prodotti professionali che possono soddisfare le più disparate esigenze, come per esempio la possibilità di differenziare la temperatura dei vari ripiani a seconda della qualità del vino che viene conservato all’interno di esse. Ma scopriamo quali sono le caratteristiche principali della cantinetta per vino da incasso.

cantina vino da incasso

Le caratteristiche principali della cantina per vino da incasso

Esistono tante tipologie di cantina frigo da incasso, che si configura, come abbiamo detto, come un piccolo elettrodomestico molto utile in casa. Le varie tipologie si possono distinguere in base allo spazio di cui ogni elettrodomestico dispone.

Ci sono alcune cantinette che sono pensate per custodire i vini pregiati e di alta qualità e alcuni tipi sono progettati per facilitarne la stagionatura.

La cantinetta, per la sua forma, può essere alloggiata sotto il ripiano di un mobile. Tuttavia c’è chi preferisce averne una di dimensioni più grandi, per chi ha la necessità di conservare molte bottiglie di vino e quindi sceglie quei modelli a libera installazione.

Le temperature di conservazione possono variare da un minimo di 8 gradi, che è la temperatura ideale per i vini bianchi, sia secchi che frizzanti, a 18 gradi, soprattutto caratteristica adatta ai vini rossi.

No products found.

Il funzionamento della cantinetta per vino

Questo elettrodomestico ha un consumo basso, anche perché ha tutte quelle caratteristiche tipiche degli ambienti coibentati che riducono la dispersione termica. Il funzionamento è molto semplice da comprendere, perché si basa su un motore a compressione.

Facciamo un esempio per essere più chiari. Un tipico modello di frigo cantina da incasso di classe A che può contenere 19 bottiglie può consumare circa 150 kWh all’anno. Ci sono anche dei modelli climatizzati dalle potenzialità elevate per chi vuole stagionare il vino nel lungo periodo.

La climatizzazione e il tasso di umidità

Nella cantinetta vino è sempre possibile monitorare la temperatura e ricreare le condizioni più adatte con un’apposita aerazione. La ventilazione interna riesce a raffrescare in modo omogeneo ogni bottiglia, infatti la temperatura del frigo refrigerante non è concentrata in punti specifici.

Ci sono in commercio dei prodotti molto innovativi che danno l’opportunità di mettere a punto un tasso di umidità adeguato per rendere più ottimizzato il processo di invecchiamento. Di solito i ripiani della cantinetta per vino da incasso sono strutturati in modo che le bottiglie possano essere alloggiate con un’adeguata inclinazione.

L’inclinazione favorisce la stagionatura, perché, con una particolare disposizione, si inumidisce il tappo di sughero delle bottiglie e questo tasso di umidità rimane costante. È proprio il livello inclinato dei ripiani che rende particolarmente importante questo elettrodomestico. Ci sono dei modelli molto moderni che sono dotati anche di accessori che ne aumentano le prestazioni. Per esempio si possono acquistare anche delle cantinette con l’impostazione elettronica e il termostato digitale. Ci sono anche quei modelli con sistema anti vibrazione.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x