La rivettatrice a batteria è uno strumento che viene utilizzato per l’applicazione dei rivetti. Questi ultimi sono degli elementi di fissaggio che si dimostrano particolarmente importanti per unire parti di materiali. Nello specifico i rivetti, detti anche rivetti a strappo, possono unire materiali uguali o materiali differenti. Le rivettatrici a batteria si rivelano particolarmente importanti quando si devono congiungere due materiali, per i quali, essendo particolarmente fragili, non si può fare ricorso alla saldatura.

rivettatrice a batteria

Indice dei contenuti

Criteri per la scelta di una rivettatrice a batteria

Se abbiamo bisogno di una rivettatrice elettrica a batteria, dobbiamo tenere conto di alcune caratteristiche importanti che ci possono aiutare anche nella scelta dello strumento più adatto alle nostre esigenze. Infatti in commercio troviamo diverse tipologie, anche realizzate con materiali che sono resistenti, ma allo stesso tempo riescono ad essere piuttosto versatili. In genere la scelta per una rivettatrice a batteria cade su quelle realizzate in plastica e metallo.

Un’altra caratteristica a cui dobbiamo prestare attenzione è costituita dal peso. Dobbiamo assolutamente evitare di scegliere una rivettatrice troppo pesante, perché altrimenti sarà poco maneggevole e difficile da trasportare da un ambiente all’altro.

Fondamentale è che sia un attrezzo leggero, in modo da essere facilmente trasportabile, e che abbia una presa molto salda. Quindi per questo suggeriamo di scegliere una rivettatrice a batteria con impugnatura ergonomica, magari con rivestimenti in gomma, che eviti di ridurre il rischio di scivolamenti.

No products found.

L’autonomia della batteria

Non meno importante è tutto ciò che riguarda l’autonomia della batteria della rivettatrice. È meglio evitare di scegliere un attrezzo che ha bisogno di essere ricaricato troppo di frequente. Ecco perché bisognerebbe orientare la nostra scelta su quegli apparecchi più innovativi che presentano all’interno un sistema di risparmio energetico, in modo da ridurre al minimo le operazioni di ricarica.

Possiamo scegliere per esempio la rivettatrice con la batteria al litio, che di solito è indice di qualità elevata.

Come funziona una rivettatrice a batteria

Ma per riuscire a comprendere meglio quali criteri dobbiamo adottare per la nostra scelta consideriamo innanzitutto per la rivettatrice a batteria prezzi e dettagli, anche per quanto riguarda la possibilità di sapere come funziona questo apparecchio e di poter scegliere tenendo conto del budget che abbiamo a disposizione.

Lo strumento opera sui rivetti, i quali, dopo l’applicazione, vengono compressi arrivando a deformarsi. Nello specifico il corretto funzionamento della rivettatrice avviene attraverso l’utilizzo di due matrici.

Queste ultime hanno delle funzioni differenti. Una funge da supporto, mentre l’altra ha la funzione di comprimere la testa del rivetto. Poiché in commercio esistono vari tipi di rivetti, è anche importante che l’apparecchio che scegliamo sia in grado di adeguarsi alle varie tipologie. Ecco perché spesso la rivettatrice a batteria è dotata di testine intercambiabili per adattarsi ai tipi di rivetti che vengono utilizzati.

L’azione della rivettatrice è del tutto paragonabile a quella che esercita la saldatura. Tuttavia è molto importante utilizzare questo strumento, come abbiamo già specificato, nei casi in cui non può essere praticata la saldatura tradizionale, considerando che comunque anche i rivetti devono essere piuttosto resistenti per garantire buone performance.

0 0 votes
Article Rating
0
Would love your thoughts, please comment.x