Ventilatore a colonna: caratteristiche e modelli

Chi non vorrebbe disporre di un ventilatore a colonna per affrontare meglio le calde temperature dell’estate? Da questo punto di vista il ventilatore a colonnina rimane la scelta più giusta da fare per raffrescare gli ambienti domestici. Portare un po’ di aria fresca in casa con dispositivi di questo genere può essere davvero rigenerante, anche perché abbiamo davvero l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda i ventilatori a colonna. Ma come orientarsi per quanto riguarda il modello più adatto alle nostre esigenze? Vediamo alcune caratteristiche del ventilatore a colonna per saperne di più e per scegliere il miglior ventilatore a colonna.

ventilatore a colonna

Le caratteristiche strutturali

Il ventilatore a colonna è molto comodo e preferito dai consumatori perché in genere ha delle caratteristiche strutturali che ne limitano l’ingombro. Infatti come dice lo stesso nome, questo tipo di ventilatore si sviluppa principalmente in altezza, potendosi adattare anche agli spazi domestici più ristretti.

Il suo tipico design è quello che ricorda molto da vicino un cilindro allungato, con un diametro alla base che in genere è di piccole dimensioni. L’altezza massima di un ventilatore di questo tipo arriva a circa 1,5 metri, anche se si trovano ventilatori a colonna più compatti, ma che comunque riescono a dare le stesse performance efficienti.

Il funzionamento interno dei ventilatori a colonna

Tutti vorrebbero avere un ventilatore a colonna silenzioso o addirittura un ventilatore a colonna silenziosissimo. Per comprendere più da vicino quali possono essere le possibilità in termini di rumorosità o di silenziosità di questo apparecchio, dovremmo saperne di più sul suo funzionamento interno.

Da questo punto di vista troviamo in commercio due differenti tipi di ventilatore, che si basano o sulle ventole o sul cilindro rotante. Nel primo caso l’aria fresca viene determinata dal movimento della ventola. Nei ventilatori a cilindro, invece, l’aria calda viene risucchiata dal cilindro e poi espulsa di nuovo più fresca. I meno rumorosi sono sicuramente quelli a cilindro rotante.

Le funzioni integrate da considerare

Ci sono anche molte funzioni integrate all’apparecchio, che possono variare in base al modello scelto. Infatti, rispetto ad un classico ventilatore, il ventilatore a colonna possiede diversi programmi molto utili perché lo rendono particolarmente flessibile e ne possono migliorare le prestazioni.

Basti pensare in questo senso al ventilatore a colonna con telecomando, altro accessorio molto utile per la gestione del raffrescamento in totale comodità. Alcuni ventilatori sono dotati di timer per programmare l’accensione e lo spegnimento. Non è affatto una funzione da nulla, perché il timer aumenta di molto la praticità del ventilatore.

Alcuni hanno lo spegnimento automatico, che è strettamente collegato alla funzione timer di cui abbiamo già parlato. Alcuni modelli, inoltre, sono dotati di display LED, che rende più facile il settaggio delle impostazioni e dei comandi predefiniti.

Per scegliere il modello migliore di ventilatore a colonna, consideriamo anche i pulsanti dedicati alle varie funzioni. Infatti i modelli migliori sicuramente sono dotati di tanti tasti, per avere la possibilità di settare funzioni specifiche ed assicurarsi sempre di avere a disposizione le prestazioni che si preferiscono, anche nel senso di una maggiore funzionalità.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x